Destinatari del Centro Diurno Socio Educativo Riabilitativo “Massimo” ex art. 60 RR n° 4/07

 

 

Il Centro Socio Educativo Riabilitativo offre i propri Servizi a soggetti diversamente abili tra i 6 ed i 64 anni di età anche psicosensoriali con disabilità di grado medio / medio-grave, con compromissione delle autonomie funzionali, che necessitano di prestazioni riabilitative di carattere Socio-Sanitario. Per gli utenti minori la frequenza del Centro è prevista esclusivamente per le attività extrascolastiche, ad integrazione e nel rispetto dell’obbligo di frequenza dei percorsi di studio previsti, così come previsto nelle “Modifiche urgenti del RR n° 4/07”, BURP della Regione Puglia n.51 de 13 aprile 2015.

Per maggiori informazioni riguardo il Centro Socio Educativo Riabilitativo "Massimo" cliccare sulle relative voci in basso.

Il Centro Diurno Socio Educativo Riabilitativo pianifica le attività diversificandole in base alle esigenze degli ospiti ed assicura l’apertura per almeno otto ore al giorno, nella fascia oraria compresa fra le ore 08,00 e le ore 16,00 dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle ore 08,00 alle ore 13,00. Viene assicurata l’assistenza nell’espletamento delle attività e delle funzioni quotidiane anche attraverso prestazioni di tutoraggio a carattere assistenziale, nonché la somministrazione dei pasti in relazione alle esigenze personali ed al programma prestabilito. Il Centro Diurno eroga anche prestazioni riabilitative nel rispetto del modello organizzativo del Servizio Sanitario Regionale e del PAI elaborato dall’UVM competente. La giornata tipo si svolge nel seguente modo:

Ore 08,00 apertura del Centro Diurno ed accoglienza ospiti;

Ore 09,20 colazione e socializzazione;

Ore 10,30 attività laboratoriali di gruppo ed individuali;

Ore 12,30 pranzo;

Ore 13,15 relax pomeridiano;

Ore 14,00 attività di animazione;

Ore 16,00 chiusura centro e accompagnamento ospiti presso il proprio domicilio.

 

 Il Centro Diurno Socio Educativo Riabilitativo “Massimo” per l’espletamento della propria attività socio-assistenziale si avvale di un ampio locale protesico, con annesso un giardino pertinenziale dove poter svolgere attività all’aperto, come anche l’ortoterapia, posto sul piano stradale. Si pone come obiettivo primario quello di garantire agli ospiti un luogo protesico, sicuro e confortevole in cui poter svolgere attività riabilitative a carattere socio-sanitario e ludico-didattiche personalizzate. Si compone dei seguenti spazi:

 

1. Studio medico;

2. Sala per i laboratori e per lo svolgimento di attività sia strutturate che libere;

3. Stanza separata per le attività individuali;

4. Palestra attrezzata per ginnastica e fisioterapia;

5. Sala relax;

6. Sala pranzo;

7. Quattro servizi igienici, di cui tre per utenza ed uno per il personale, con annesso spogliatoio;

8. Uffici amministrativi e per il personale;

    

Il Centro Diurno Socio Educativo Riabilitativo è una Struttura territoriale a ciclo diurno, rivolto a persone con disabilità con diversi profili di autosufficienza, che fornisce interventi con finalità assistenziale e riabilitativa, favorendo la socializzazione per il mantenimento ed il potenziamento delle abilità residue. E' rivolto a persone con disabilità con diversi profili di disabilità psico-fisica e per un numero complessivo non superiore a trenta. Il centro si pone come principio fondamentale quello di dare ai suoi ospiti uno spazio di benessere psico-fisico, così da contribuire al miglioramento della qualità di vita sia della persona disabile che dei suoi familiari. La struttura si pone i seguenti obiettivi:

1. Mantenimento e ove possibile incremento delle capacità possedute;

2. Sviluppare capacità manifeste, favorendo l’autonomia;

3. Soddisfacimento dei bisogni socio-sanitari, riabilitativi, socio-riabilitativi ed educativi,

4. Attività volte a stimolare i processi affettivi e relazionali, favorendo il controllo emotivo e l’integrazione sociale;

 

L’interessato può rivolgersi al coordinatore del C.D. per la valutazione clinica e gestionale dell’Ospite e per ricevere tutte le informazioni di cui necessita anche di natura burocratica legate allo stesso inserimento. Successivamente si rivolgerà presso il PUA del Distretto Sanitario di competenza per presentare regolare domanda di ammissione al C.D. Al C.D. è possibile avere accesso anche privatamente, previo accordo con il coordinatore della Struttura per quel che concerne la possibilità di inserimento e le modalità da perseguire, in funzione delle limitazioni psico-sensoriali manifestate e le attività riabilitative più opportune da intraprendere. Una volta ricevuta la proposta di inserimento e verificata la congruità dei servizi offerti con i bisogni della persona si programma l’inserimento all’interno del servizio. Con l’inserimento è necessario presentare la seguente documentazione:

• fotocopia della carta d’identità e del C.F. dell’ospite e del tutor/familiare;

• fotocopia della certificazione d’invalidità, e dello stato di handicap (legge n. 104/92);

• documentazione sanitaria e clinica precedente con la prescrizione della terapia in corso;

• ISEE Socio Sanitario Nucleo Familiare Ristretto ed ISEE Ordinario Nucleo Familiare.

• Il familiare/tutor sottoscriverà il consenso al trattamento dei dati sensibili;

• Dichiarazione di avvenuta informazione e di consenso all’inserimento;

• Dichiarazione di consenso e delega alla somministrazione dei farmaci.

Le prestazioni offerte dal Centro Diurno Socio Educativo Riabilitativo “Massimo”

Di carattere Assistenziale:

 

• Tutoraggio e cura dell’igiene personale;

• Somministrazione di terapie farmacologiche con delega della famiglia;

• Controllo e tutela dell’integrità fisica;

• Pranzo dove necessita o assistito;

Autonomia ospiti:

• Sostegno psicologico all'utente ed ai familiari;

• Assistenza e pratica di attività motorie, fisioterapia, psicomotricità, ginnastica;

• Sviluppo e mantenimento autonomia nell’igiene personale;

• Sviluppo e mantenimento autonomia nell’alimentazione;

• Sviluppo capacità orientative spazio – temporali;

• Sviluppo capacità utilizzo strumenti e potenziamento delle capacità prassiche;

• Sviluppo capacità gestione del denaro;

• Attività occupazionali e di laboratorio;

• Sostegno e sviluppo dinamiche di gruppo;

• Sviluppo integrazione sociale;

Utilizzo sistemi informatici:

• Sviluppo capacità espressive e di ricerca;

• Gestione dinamiche relazionali;

Ludico-ricreative:

• Attività di animazione;

• Laboratori artistici;

• Scoperta del territorio e svolgimento di svariate attività all’esterno;

• Attività motoria all'aperto o in palestra;

Attività d’equipe socio-sanitaria:

• Attività di coordinamento équipe socio-sanitaria con progettazione, valutazione e verifica di interventi educativi personalizzati;

• Servizio Sociale per curare le relazioni interpersonali fra gli ospiti e la gestione dei rapporti con le famiglie

• Servizio di consulenza psicologica, con la presenza nel Centro Diurno di uno psicologo per il supporto psico-emotivo degli utenti e dei familiari;

• Gestione contatti con il servizio sociale di base di competenza;

• Gestione contatti con il servizio di consulenza psicologica del territorio;

• Formazione professionale;

Prestazioni alberghiere:

• Ristorazione;

• Pulizia e riordino ambienti;

Prestazioni varie proiettate all’esterno:

• Gite guidate, organizzazione soggiorni vacanza;

• Gestione contatti con laboratori esterni o altri servizi;

Prestazioni accessorie:

• Trasporto utenti;

• Assistenza medica specialistica;

La struttura garantisce il rapporto di continuità tra gli operatori che svolgono funzioni educative e gli utenti loro affidati, anche per meglio attuare i progetti individuali e programmati. Il personale professionale che opera sempre in integrazione con le altre figure professionali per il raggiungimento del migliore risultato possibile in relazione alle personali possibilità riabilitative. Le figure previste sono:

• Coordinatore del C.D.;

• Medico specialista;

• Psicologo;

• Assistente sociale;

• Educatori professionali;

• Educatori sanitari;

• Operatori sociosanitari;

• Fisioterapista;

• Logopedista;

È prevista, inoltre, la presenza di altri consulenti esterni e figure professionali in risposta alle esigenze manifestate e del PAI proposto dall’UVM di riferimento. Si prevede, inoltre di programmare un Servizio di assistenza domiciliare Assistenziale ed eventuale servizio di teleassistenza su richiesta. Il personale in servizio nel C.D. utilizza schede di valutazione necessarie alla creazione di piani individualizzati per ogni utente, così da poter favorire il completo raggiungimento degli obiettivi individuati dall’anamnesi della situazione dell’ospite.  

Al C.D. è possibile accedere anche privatamente, previo accordo con il Coordinatore della Struttura per quel che concerne la modalità e la corresponsione della retta, che terrà conto degli eventuali servizi aggiuntivi richiesti.  

Il Centro Diurno garantisce quotidianamente agli ospiti impossibilitati di raggiungere autonomamente il Centro, un servizio di trasporto assistito. Il personale preposto si recherà al domicilio dell’ospite all’orario comunicato e concordato con gli stessi familiari.

  

 

Il C.D. nella sua funzione di collegamento e di integrazione con gli altri servizi presenti sul territorio mantiene stabili contatti con il PUA del DSS di provenienza dell’assistito e con altri servizi che possano essere coinvolti nel progetto (comunità alloggio, Servizio interventi individualizzati, Servizio Inserimento lavorativo, Centro sportivo Italiano).